top of page

EMOZIONE

Non posso nascondere la gioia e l’emozione con cui sto guardando e vivendo i primi giorni dell’attività estiva in oratorio: riempie il cuore vedere gli spazi della nostra parrocchia illuminati dai colori dei ragazzi e dalle loro voci ma soprattutto dal loro entusiasmo. Soprattutto è edificante prendere esempio dalla dedizione dei ragazzi animatori, un pochino più grandi, con cui si prendono cura dei più piccoli e dell’organizzazione del tempo, dei temi e degli spazi. Moltissimi di loro fino a poco tempo fa erano tra i bambini che puntualissimi arrivavano con tanta curiosità e gioia per le attività dell’oratorio e ora sono loro che a braccia spalancate accolgono i più piccoli di oggi. In tutto questo c’è la competenza, la passione e la dedizione di don Andrea e degli animatori giovani, un po' più navigati nelle esperienze di animazione in oratorio, ma anche un nutrito team di genitori che fa da sostegno operativo al grande e complesso meccanismo dell’oratorio.

Quest’anno, poi, diverse attività serali sono state confezionate proprio per creare occasioni d’incontro e di condivisione tra genitori ma anche tra genitori e ragazzi: dal karaoke ai tornei sportivi ai panini stile “caddozzoni”. Per tre settimane le mattine del quartiere sono allietate (spero per tutti!) dalla musica, dai giochi e dalla pacifica invasione di 120 ragazzi e di 40 giovani animatori: non solo giochi ma attraverso attività divertenti passano messaggi di vita, temi di riflessione, valori con cui confrontarsi nell’esaltante quanto faticosa esperienza della crescita. Il tema del viaggio, con Ulisse protagonista, cadenza le giornate e, in modo divertente, entra nelle esperienze, nelle scelte, nel percorso di crescita di ogni ragazzo. Quindi l’attività estiva come una piccola palestra in cui imparare qualcosa di bello e di importante da portare sempre con sé. E lasciare che il Signore, come solo Lui sa, saldi i legami e scolpisca nei cuori la bellezza di questi giorni. Che si impari a stare bene insieme: questo è ciò che sta più a cuore al Dio e per questo vale la pena affrontare anche tutte le fatiche e il lavoro che esperienze come queste richiedono.







Scarica il file completo


26-2024
.pdf
Scarica PDF • 434KB

Comments


bottom of page