top of page

SPAZI PER DONARSI /2

Stiamo provando ad aprire, in queste settimane iniziali dell’anno pastorale, le porte degli spazi della parrocchia in cui può essere importante e significativo l’apporto di tempo e di vita di ciascuno per il bene di tutti. Vorrei, in questa tappa, spalancare il portone di chiesa perché è là dentro che troviamo impegnate le signore del gruppo “Santa Marta”: sono loro che ci fanno trovare pulita e adorna la chiesa, pronta perché la nostra preghiera e il nostro ritrovarci sia bello anche per questo. Tante di loro da anni si dedicano a questo prezioso, nascosto e delicatissimo servizio mentre alcune sono approdate solo da poco: ognuna con una storia e una motivazione sublime che anima il loro sacrificio. Sì, perché di sacrificio si tratta: il sabato mattina dalle 6.00 alle 8.00 ci sono banchi da spostare e spolverare, pavimenti da lavare, ragnatele da divellere e tutto quello che è necessario per rimettere in ordine la chiesa, di settimana in settimana. Per non parlare poi della cura che richiedono le piante e i fiori, come anche le tovaglie e la biancheria che si utilizza per le celebrazioni. Un sacrificio che nasce da una promessa fatta, da una chiamata accolta, dall’invito di un’amica. Sta di fatto, però, che, come ci siamo detti con loro in una recente riunione, ci sarebbe bisogno di forze ed energie nuove, di persone per incrementare questa allegra brigata: infatti l’età si fa sentire e proprio per questo hanno il divieto assoluto di, ad esempio, salire su scale o portare pesi di un certo tipo. Inoltre poter contare su un gruppo numeroso permetterebbe alle signore di non sentirsi in colpa se qualche sabato o per motivi di salute o per impegni di famiglia non riescono ad essere presenti. Mi sto dimenticando una cosa importante: quello del gruppo di santa Marta, come quello degli altri gruppi in parrocchia, è un servizio totalmente gratuito. Ci si mette in gioco e si rimboccano le maniche senza percepire stipendio o compenso: si fa per amore del Signore e della comunità cui si appartiene. Questo è uno dei motivi per cui alcune persone declinano l’invito: la gratuità comincia ad essere merce rara in questo tempo! Alcune volte, osservando il loro impegno e la fatica che richiede, sono stato tentato di fare la scelta che, per altro, diverse parrocchie già attuano da tempo: quella di affidare ad un’impresa di pulizie questa mansione. Mi trattengo intanto perché il loro sorriso e la determinazione con cui vivono il servizio lasciano senza parole e perché penso che si possa ancora costruire la comunità parrocchiale mantenendo lo spirito di gratuità e di dono che finora l’ha contraddistinta.


E allora: se stai leggendo queste righe e pensi che fare la tua piccola/grande parte per tenere sempre accogliente e pulita la nistra chiesa, che ne dici di donarti e donare un po' del tuo tempo come volontario e volontaria nel Gruppo Santa Marta?







Scarica il file completo

41-2023
.pdf
Download PDF • 524KB

Comments


bottom of page