top of page

PREGARE E IMPEGNARSI PER LE VOCAZIONI


La Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni ci invita, ogni anno, a considerare il dono prezioso della chiamata che il Signore rivolge a ciascuno di noi perché possiamo prendere parte al suo progetto d’amore e incarnare la bellezza del Vangelo nei diversi stati di vita.

In modo particolare la comunità cristiana è invitata a pregare perché il Signore non faccia mai mancare alla sua chiesa sacerdoti e consacrati disponibili ad essere segno della presenza del Risorto tra noi: questa Giornata è sempre una bella occasione per ricordare con gratitudine davanti al Signore l’impegno fedele, quotidiano e spesso nascosto di coloro che hanno abbracciato una chiamata che coinvolge tutta la loro vita. 


Il particolare dell’immagine che accompagna queste righe è tratto da un dipinto di Heinrich Hofmann (1889) che raffigura l’incontro tra Gesù e il giovane ricco: alla proposta del Signore di seguirlo andò via, triste, perché aveva molti beni, sentenzia lapidariamente il Vangelo.


Ascoltare la chiamata divina, è il modo più sicuro che abbiamo di alimentare il desiderio di felicità che ci portiamo dentro: la nostra vita si realizza e si compie quando scopriamo chi siamo, quali sono le nostre qualità, in quale campo possiamo metterle a frutto, quale strada possiamo percorrere per diventare segno e strumento di amore, di accoglienza, di bellezza e di pace, nei contesti in cui viviamo. Papa Francesco, messaggio per la Giornata Mondiale delle Vocazioni 2024

In questo senso hanno valore tutte le iniziative che anche nella nostra parrocchia sono particolarmente rivolte all’educazione dei ragazzi e dei giovani: dalla catechesi all’oratorio allo sport. Accompagnare ognuno ed ognuna alla scoperta della propria chiamata e di come la vita felice nasca solo dalla consapevolezza di essere “al posto giusto” nella storia dell’umanità.

Ci è chiesto di incrementare la preghiera per i ragazzi e i giovani della nostra parrocchia e per i giovani che hanno iniziato il cammino di preparazione al sacerdozio e alla vita consacrata.


Anche la nostra chiesa diocesana risente della mancanza di sacerdoti e, in prospettiva, si fa fatica ad immaginare un ricambio generazionale tra sacerdoti che sia esaustivo e omogeneo. Infatti sono già diversi i sacerdoti che hanno la responsabilità di più parrocchie e che, accanto alla gestione della parrocchia, assumono altri incarichi pastorali. 

Siamo invitati a invocare il Signore perché non faccia mancare, attraverso il dono di nuove vocazioni, sacerdoti, religiosi e religiose per la sua Chiesa. E perché no: chiedere al Signore che, percorrendo le strade del nostro quartiere e della nostra parrocchia, trovi giovani cuori disponibili a seguirlo.

 






Scarica il file completo



17-2024
.pdf
Scarica PDF • 320KB




Comments


bottom of page