top of page

MYRIAM

Proprio con i primi passi d’Avvento, prende avvio la celebrazione della Novena dell’Immacolata, in preparazione alla festa dell’8 dicembre. Per una parrocchia dedicata a Maria, come la nostra, ogni celebrazione riferita alla Madre di Dio diventa occasione importante per riflettere e sentirsi particolarmente dentro il dono e l’esempio della sua fede, del suo amore e della sua protezione. Il nome ebraico di Maria, Myriam, מִרְיָם, ha vari significati: principessa, amarezza e anche “goccia di mare”. Tutti che ben si riferiscono all’esperienza della Madre di Gesù. È proprio il significato di “goccia di mare”, così evocativo, che abbiamo scelto come titolo del nostro tradizionale Concerto per la festa dell’Immacolata. Maria, la goccia di mare dell’immenso amore di Dio che disseta l’umanità donandoci Gesù. Il percorso narrativo del concerto che accompagnerà i brani eseguiti da un ensemble orchestrale e dalla voce di soprani e tenori, richiama il desiderio di “cantare Maria” nella sua vicenda umana e spirituale accanto a Gesù, in dialogo con la solida testimonianza dello sposo Giuseppe. Una sosta che ci aiuterà a chiederci “chi è per me Maria?”, in quali momenti della vita ne abbiamo sperimentato la vicinanza e come, nel nostro cammino di fede, avvertiamo che la sua maternità, la sua fede, l’esempio del suo amore, ci aiutano a seguire più seriamente Gesù. Nel cuore di Maria, nella sua preghiera lega le cose belle e quelle brutte; non le tiene separate, ma le unisce. E così afferra il senso pieno, la prospettiva di Dio.

Una bella e nuova opportunità, offerta dai docenti della nostra Scuola di musica e dai loro amici musicisti, per trascorrere po’ di tempo in ascolto di buona musica, lasciando che Maria semini nel nostro cuore l’ardente desiderio di una vita vicina a Dio e protesa all’amore per tutti. D’altronde di Maria “non si parla: si canta”!







Scarica il file completo

49-2022
.pdf
Scarica PDF • 554KB

Comments


bottom of page