SPIRAGLI DI NORMALITÀ!


Le ultime settimane, anche nella nostra parrocchia, sono state caratterizzate da eventi ed occasioni in cui stiamo assaporando in modo nuovo e speciale la ripresa delle attività bruscamente sospese a causa della pandemia. Anzitutto la benedizione delle case: una bella occasione per ritrovare persone che per paura o per altri motivi in questi anni non hanno messo il naso fuori di casa, almeno per venire in chiesa.

“Finalmente!” è l’esclamazione che mi accoglie, segno proprio di un’attesa di una presenza di luce e di speranza, attraverso la benedizione, di cui se ne avvertiva la necessità. Il Signore che entra nelle nostre case e ci rimane. Un altro bellissimo segno di qualcosa che si muove verso la normalità è stata anche la preparazione alla celebrazione delle prime Comunioni: il ritiro di tutto il giorno e poi la possibilità della Messa con un numero di familiari ed amici più consistente degli anni precedenti. Senza dimenticare, poi, l’appuntamento del Rosario in piazza che, anche giovedì, ha raccolto attorno a Maria tante persone desiderose di portare la preghiera per la pace e per tutte le preoccupazioni delle famiglie. Ma l’esperienza che, soprattutto per i ragazzi, ha davvero segnato un inequivocabile segno di “normalità” è stata l’edizione di “Coppaquartieri” con protagonisti nello sport il più giovani del nostro oratorio e quelli di Su Planu. Due serate di calcetto, pallavolo e altre discipline all’insegna del fair play e dell’amicizia, in cui ciò che conta è riprendere il linguaggio dello stare insieme, della condivisione e della fiducia reciproca. Anche l’esperienza della partita allo stadio, in occasione di Cagliari -Verona, nonostante la cocente sconfitta dei padroni di casa, è stata per molti di loro una nuova ed entusiasmante esperienza di gruppo e di “tifo positivo”.

Anche in oratorio si muovono i preparativi per le attività estive: dal Cre (20 giugno-8 luglio) e tutti i campiscuola possibili ed immaginabili. Attività che anche lo scorso anno siamo riusciti a proporre vincendo anche la diffidenza ed il timore, e senza nessun tipo di conseguenza di contagi o altro. Quest’anno, speriamo, con una marcia in più e tanto entusiasmo.






Scarica il file completo

20-2022
.pdf
Download PDF • 460KB